East Coast,  New England

Visit New England

Il New England è la patria della torta ai mirtilli, delle aragoste e dello sciroppo d’acero. Terra del foliage autunnale, degli scorci alla Hopper, dei fari costruiti sulle scogliere a picco sull’oceano, che ricordano le avventure descritte da Melville in Moby Dick. Uno dei luoghi più incantevoli che io abbia mai visitato, con le sue foreste di aceri rossi, le deliziose casette bianche e i colorati villaggi dei pescatori. Un luogo da sogno, magnifico e ricco di storia americana.

La regione del

NEW ENGLAND
la culla degli States

è formata da 6 Stati:

MASSACHUSSETTS, RHODE ISLAND, MAINE, VERMONT, NEW HAMPSHIRE, CONNECTICUT

New England

Luoghi storici che hanno segnato la nascita di una Nazione e dato vita ad alcuni dei più interessanti testi della letteratura americana. E’ qui che sbarcarono i Padri Pellegrini nel 1620, coloro che avrebbero poi fondato gli Stati Uniti d’America e dove venne costruita la prima università, Harvard. Quando si parla del nord-est americano, tanti sono i nomi di autori che richiamo alla mente. Nomi dal passato come Nathaniel Hawthorne, suoi La casa dai 7 abbaini e La lettera scarlatta, entrambi ambientati in queste terre. Il poeta Robert Frost, che con la sua dolce poesia, a dispetto di una vita difficile, ha dato speranza a molti di noi lettori. E ancora Luisa May Alcott, l’autrice del primo libro che lessi da bambina: Piccole donne e Jack Kerouac, che crebbe in Massachusetts, a Lowell. Tra i miei preferiti c’è HENRY DAVID THOREAU, figura affascinante e di rilievo nel panorama ottocentesco americano.

Tornando ai giorni nostri, sono diversi gli scrittori conosciuti in tutto il mondo, come Bill Bryson, ironico e divertente che con Una passeggiata tra i boschi ha descritto magnificamente una fantastica avventura sui Monti Appallachi. Il premio Pulitzer MICHAEL CUNNINGHAM che con Dove la terra finisce sembra cantare una canzone d’amore alla cittadina costiera di Provincetown. E per ultimo, ma non nel mio cuore, Stephen King, soprannominato il Re, il Maestro dell’Horror, lo Zio, che nelle cittadine di provincia del Maine ha ambientato quasi tutti i suoi 60 romanzi.

New England

 il faro di Gay Head sulla punta occidentale di Martha’s Vineyard (ph Lara Uguccioni)

Una parte degli Stati Uniti completamente diversa da tutto il resto d’America, dove non troverete grandi monoliti, cascate ad effetto o grandi catene alberghiere stile Las Vegas. Il New England è un luogo dove è importante, più che altrove, il fattore tempo. Qui la vita va gustata con calma, guardata, assaporata e goduta attraverso lo splendore della natura e la storia che si respira. Questa parte di costa atlantica è un luogo fantastico, intimo, che fa sognare portandoti “altrove”.

Paolo ed io siamo partiti da Boston, in settembre, per affrontare un tour che ci ha portato attraverso 4 dei 6 Stati che formano la Regione del New England. Questa è situata nella parte nord orientale degli USA, bagnata dall’oceano Atlantico gode di un clima continentale, in alcune zone con valori termici estremi nella stagione invernale. Il clima possiede un’incredibile imprevedibilità e varia molto a seconda delle zone. Un esempio: siamo stati in settembre a Boston con + 30°, credo un picco di caldo registrato solo in quell’anno! E’ bene quindi vestirsi a strati e con indumenti tecnici: è l’unico modo per sentirsi sempre a proprio agio.

La mappa del viaggio

Il viaggio

Il nostro viaggio inizia dalla vecchia Boston, una città elegante che non finisce mai di raccontarti le sue storie. La “città dei fagioli” così chiamata perchè il piatto regionale sono i fagioli al forno, ci ha ospitato per 2 giorni. Vissuta girovagando tra vecchi palazzi di mattoni rossi che fanno capolino tra grattacieli moderni e cimiteri in stile anglosassone in centro città. Chiamata “Walking City”, dicono sia la più inglese delle città americane. Facilissima da girare a piedi grazie al suo Freedom Trail, il sentiero della libertà che si snoda nel zona centrale: un percorso di 4 km circa che tocca tutte le 16 maggiori attrazioni del passato. E’ proprio questo cammino che mette in evidenza quanto Boston abbia avuto un ruolo fondamentale durante la Rivoluzione Americana. E’ facile da percorrete, si toccano le varie tappe seguendo una linea di mattoni rossi… un pò come Dorothy nel Mago di OZ.

Boston

Dopo 2 giorni ci muoviamo percorrendo la costa frastagliata, fatta di rocce a picco sul mare e di scorci talmente perfetti che sembrano usciti da un dipinto di Hopper. Ogni luogo è a suo modo magico ed unico: direzione Salem, la “città delle streghe”. Su questo piccolo villaggio ci sono mille cose da raccontare, curiosità, aneddoti, leggende e fatti misteriosi, ma io ci sono andata soprattutto perché adoro i libri del grande Nathaniel Hawthorne come “La lettera scarlatta” e il misterioso “La casa dai 7 abbaini”. Ebbene sì, The House of Seven Gables esiste ed è proprio qui a Salem, visitabile anche internamente. Un patrimonio storico dell’era coloniale, nelle cui stanze è facile immaginare donne puritane sedute vicino alla finestra a rammendare camicie logore di mariti capitani di flotta.

Salem

New England

Proseguiamo il nostro viaggio verso il Maine, visitando alcuni dei più bei villaggi dei pescatori come Camden, Rockport e Gloucester dove hanno girato la “Tempesta Perfetta”. Continuiamo verso nord arrivando nel Maine, a Kennebunk Port, cittadina ricordata come dimora dei Presidenti Bush. Località di villeggiatura sulle coste del Maine, abitata da sole 1200 persone, la piccola cittadina è frequentata da turisti curiosi come noi e ricchi americani che spesso, da queste parti, hanno una seconda casa. Il fascino di questo luogo è il suo apparire fuori dal tempo, vecchio stile, ma contemporaneamente elegante e sicuramente interessante data la sua realtà fatta di arte contemporanea e mostre fotografiche importanti. 

E’ fine settembre, qui le foreste dell’Acadia National Park hanno tutti i colori dell’autunno. Boschi profumati al limitare della spiaggia, dove addentrandoti, puoi fermarti ad ogni passo per apprezzare la flora del nord. Passiamo due giorni nella località di Bar Harbor, al limitare del parco Nazionale di Acadia, andando a pesca di astici con un divertente Lobster Tour organizzato e facendo shopping tra le strade caratteristiche del centro cittadino. Non sarei mai andata via da questo luogo, me ne sono sinceramente innamorata.

Cannon Mountain

New England

Si prosegue verso l’entroterra, dove i paesi sembrano di cartapesta. La tranquillità, l’aria pulita, la gente amichevole. Il buon cibo, sì perchè in nessun altro posto degli Stati Uniti ho mangiato bene come nel New England! Ci dirigiamo sulle montagne, dove la tramway ci porta sul picco del Cannon, sulle White Mountain. La vista è mozzafiato, siamo così in alto che si vedono gli Stati del New Hampshire, Maine, Vermont, di New York e del Canada! Siamo finalmente sui monti Appalachi ed è per me una grande emozione. Questa è una catena montuosa impressionante, che dal Canada si estende fino all’Alabama per 2500 km parallelamente alla costa orientale dell’America del Nord. 

Sono il gruppo montuoso più antico delle Americhe. Negli anni gli Appalachi sono stati il set cinematografico naturale dove girare diverse pellicole, solo per ricordarne alcune: Il cacciatore e Un tranquillo weekend di paura. Fanno anche da sfondo al diario di viaggio più bello che ho letto intitolato Una passeggiata nei boschi. Il giornalista e scrittore Bill Bryson racconta la sfida che ha affrontato assieme ad un improbabile amico percorrendo una parte del famoso Appalachian Trail, che passa proprio da qui. Ci hanno fatto anche un film con Robert Redford e Nick Nolte, diverso dal libro, ma veramente molto divertente.

Acadia NP

Il viaggio continua verso Plymouth, dove attraccò la nave Mayflower nel 1620 e i Padri Pellegrini fondarono la prima colonia. Visitiamo la Plimoth Plantation, dove è stato ricostruito, con estrema accuratezza, un villaggio  indiano Wampanoag e, poco più avanti, una replica “dell’insediamento originale della colonia di Plymouth fondata nel 17 ° secolo dai coloni inglesi che divennero noti come i Pellegrini“.

Torniamo sulla costa, precisamente a Cape Cod dove ci fermiamo a Falmouth, la cittadina da dove partono i traghetti per Martha’s Vineyard. Qui è già autunno, tutte le case ed i negozi sono addobbati con i colori della mia stagione preferita. Questi sono posti incantevoli, fatti di negozietti di artigianato, spiaggette, porticcioli e natura a 360°. Neanche a dirlo, qui la zuppa di pesce è sublime! Il luogo ideale dove rilassarsi e partecipare alla vita tranquilla di un paesino di mare. Dopo esserci stata, capisco perchè il presidente Kennedy, negli anni 50, scelse il New England per le sue vacanze estive!

Neanche a dirlo, qui la zuppa di pesce è sublime. Il luogo ideale dove rilassarsi e partecipare alla vita tranquilla di un paesino di mare. Tra una passeggiata nei luoghi dove hanno girato “The Jaws”, lo Squalo e una capatina a vedere uno dei fari sul mare più fotografati del New England, il tempo passa e noi dobbiamo tornare a casa.

Falmouth Massachusetts

Il viaggio in New England va gustato con calma, guardato, assaporato e goduto nello splendore della sua natura e della storia che qui si respira. Il New England è un luogo da sogno, magnifico, che fa sognare portandoti “altrove”. 10 giorni indimenticabili, fatti di buon cibo, bella gente, tante risate tra storia d’America e natura selvaggia delle più affascinanti che io abbia mai visto. Il New England è una meta poco esplorata da noi italiani, ma vi consiglio di visitarla, ne rimarrete conquistati come è successo a me. Parola di Lara. Ciao viaggiatori, alla prossima! 😉

Le tappe del viaggio

In Massachussetts
BOSTON
SALEM
GLOUCESTER & ROCKPORT
PLYMOUTH & PLIMOUTH PATUXET (PLANTATION)
FALMOUTH
CAPE COD
MARTHA’S VINEYARD

Nel Maine
KENNEBUNKPORT
PORTLAND & CAPE ELISABETH
BAR HARBOR
ACADIA NATIONAL PARK
A PESCA DI ASTICI

Nel New Hempshire
WHITE MOUNTAIN NATIONAL FOREST

Faro di Portland – Cape Elisabeth

Articolo di: Lara Uguccioni

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *